• Fashion & Food-Chic, l’evoluzione è esperienziale e sostenibile

Tessuti eco sostenibili ed anti covid, mise en place raffinati e prodotti tipici pugliesi, l'alta Moda diventa ambasciatrice di intriganti contaminazioni Luxury of italian style con eccellenze produttive del mondo della ristorazione e dell'ospitalità.

Glamour, moderno, originale, sontuoso, romantico, sostenibile … stili diversi con un unico comune denominatore: l’eccellenza. Il Made in Italy icona di qualità, cura maniacale dei dettagli e di ricerca continua, unisce mondi solo apparentemente diversi: fashion e food, ovvero agroalimentare, oggi, il comparto più significativo della ripresa del turismo del nostro Paese.

L’aumento delle richieste legate al wedding d’autore è specchio fedele del mutato sentimento del turismo, proteso verso il concept di un “lusso esperienziale”,attrattivo, produttivo e sostenibile”, fatto di dettagli preziosi ed autentici, prodotti esclusivi, di alta gamma e capaci di raccontare storie di eccellenza di territori, di produttori e di prodotti.

A Milano, via della Spiga, più che una strada, è un pezzo di Storia italiana. Antica anima popolare della città, segnata da semplici botteghe, locande e piccoli depositi, nei secoli è stata testimone di menti rivoluzionarie, artisti, poeti e di spiriti innovativi, preziosa eredità culturale ed artistica, oggi, tradotta in un brand univoco, famoso in tutto il mondo, sinonimo di lusso e di innovazione.

E’ proprio qui che degli anni ’20 è nata la nota Sartoria Via della Spiga Milano, celebre maison di abiti da sposa, dall’artigianalità distintiva dello stile italiano nel mondo. Rilevata, qualche anno, dall’ imprenditore pugliese Francesco de Gennaro, la maison serba, con orgoglio, i tratti storici di qualità e di esclusività del noto brand sartoriale italiano.

Creatività non disgiunta, però, da costante sperimentazione con obiettivi di sostenibilità ambientale, scelta precisa di etica, strategia e responsabilità sociale, specie in considerazione del ruolo importante del messaggio di sostenibilità che assumono le sfilate nella comunicazione visiva ed empatica durante le presentazioni.

La capsule Clean Code è sintesi del lavoro di ricerca su tessuti in ViroFormula, cotone organico da fibre naturali, anti-covid e anti-virali che permettono la protezioni da batteri e virus, scientificamente certificate e tracciabili, coltivato in esclusiva da Albini.

Dal 1° gennaio 2022, tra l’altro, entrerà in vigore l’obbligo di riciclo dei rifiuti tessili, un’opportunità di economia circolare per le aziende di ridefinizione del business core che diventerà, nell’ottica delle contaminazioni fashion & food, un’esempio circolare di percorso virtuoso anche per gli altri settori connessi a ristorazione ed ospitalità. Le splendide sale affrescate di Palazzo Visconti, nota location storica di pregio a Milano, sabato scorso hanno ospitato la passerella della Cruise BRIDAL COLLECTION 2022, la linea contemporanea di abiti da sposa di Gerardo Orlando con l’heritage del brand, in una linea giovane e versatile, prêt-à-couture da giorno e da evento, nel segno della voglia di ripartenza e di leggerezza ragionata.

Non solo lunghi strascichi, ricami preziosi, pizzi e velate trasparenze, ma anche proposte intriganti ed inedite, con un sano pizzico di trasgressività come il raffinato abito da sposa total black.

In tandem, le proposte wedding  per la ‘’mise en place” di  Luxury Events Puglia, brand pugliese di hospitality con splendide dimore di charme in cui poter rivivere autentiche esperienze tradizionali e gastronomiche del territorio apuliano, in viaggi sensoriali food-chic a 5 stelle.

(In copertina, Cruise BRIDAL COLLECTION 2022, Sartoria via della Spiga, Palazzo Visconti, credit Federica Anna Guerriero)

https://www.asamagazine.it/2021/05/26/fashion-food-chic-levoluzione-e-esperienziale-e-sostenibile/